Oscar Ghiglia | la vita e le opere

Oscar Ghiglia (Livorno, 23 agosto 1876 – Firenze, 14 giugno 1945) fu tra i maggiori esponenti della corrente dei postmacchiaioli, nata in seguito all’influenza dei macchiaioli. Sostanzialmente autodidatta, seguì alcune lezioni di pittura prima pressoUgo Manaresi, poi presso Guglielmo Micheli ed infine presso Giovanni Fattori. Amico di celebri pittori come Amedeo Modigliani, Ardengo Soffici, Llewelyn Lloyd, Anthony De Witt e Gustavo Sforni, fu in contatto con gli intellettuali del tempo, come lo stesso Ardengo Soffici, Giovanni Papini, Giuseppe Prezzolini e Ugo Ojetti.

Tra i primi a reagire all’impressionismo, con una pittura meditata e sincera, tutta solidità e chiarezza quasi abbandonò col 1906 il ritratto per dedicarsi alla pittura d’interni e di nature morte, di una preziosità ghiotta e castigata a un tempo. Le sue opere si trovano quasi essenzialmente in raccolte private. Ha scritto buone pagine su Giovanni Fattori (in L’opera di G.F., Firenze 1913). Sono pittori anche i figli Valentino (nato il 19 luglio 1903) e Paulo (nato l’8 maggio 1905).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...